5 dritte per uscirne alla grande!

Parlare in pubblico per me è un’esperienza quotidiana. Tanta parte del mio lavoro consiste proprio nel tenete corsi di formazione aziendale.

Nella formazione aziendale può capitare che i partecipanti siano inizialmente demotivati, disinteressati o addirittura ostili. Questo dipende dal modo in cui è stata presentata loro la formazione stessa, dall’interesse che realmente hanno sugli argomenti da trattare e dal loro rapporto, più o meno buono, con l’azienda.

Se i collaboratori sono obbligati a partecipare al corso e non hanno un buon rapporto con l’azienda, è normale che in aula non siano collaborativi neanche con il formatore!

Come parlare ad un pubblico così difficile?

Ecco 5 consigli pratici su come parlare in pubblico a persone demotivate e polemiche, soprattutto che non conosci bene.

  1. Presentati. Prima di tutto, presenta te stesso e la tua esperienza professionale facendo attenzione a dare qualche informazione che faccia capire la tua professionalità. Non esagerare: devi creare un’empatia con il tuo pubblico, non lo devi mettere in soggezione. Se usi anche un po’ di autoironia è meglio: la simpatia e un po’ di sane risate aiutano molto a creare il giusto clima.
  2. Presenta l’obiettivo o il programma di lavoro. Tieni sempre conto delle aspettative del pubblico. Presenta l’obiettivo o il programma di lavoro nel modo più interessante e chiedi sempre se è tutto chiaro e se ci sono proposte migliorative.
  3. Se qualcuno dei presenti entra in polemica, mostrati comprensivo e accomodante. E’ importante che le persone percepiscano comprensione e disponibilità da parte tua, oltre ad una grande professionalità. Non perdere mai il sorriso e mantieni un tono di voce pacato e sereno. Il pubblico si conquista, non si obbliga!Un esempio pratico, nella formazione aziendale puoi dire più o meno così: “Sono perfettamente cosciente del fatto che, se siete qui, è solo perché qualcuno vi ci ha mandato!” …questo di solito fa sorridere. Poi prosegui “ma, visto che ormai ci siamo, cerchiamo di rendere utile questo tempo che abbiamo a disposizione. Insomma, il mio scopo è quello di riuscire a farvi lavorare più comodamente e con più serenità”. Di solito funziona! 🙂
  4. Con molta cordialità, invita il tuo pubblico a fare una breve presentazione – ognuno dei partecipanti presenta se stesso.
    Spiega che ti serve per conoscere il pubblico e per dare il servizio migliore.Durante il “giro di tavolo” di presentazione, interagisci facendo domande quando pensi sia opportuno, prendi appunti, cerca di memorizzare i nomi e applica tutte le sane regole dell’ascolto attivo. In questa fase devi dimostrare tutto il tuo interesse per le informazioni che stai ricevendo.
  5. Inizia il tuo intervento partendo proprio da una richiesta o da una considerazione, magari polemica, esposta da un presente. Affrontala, spiegala, arricchiscila e, quando pensi di averla sviscerata a sufficienza, comincia.

Se applichi bene questi 5 consigli pratici per parlare in pubblico, riesci a instaurare un clima favorevole. Ti guadagni la considerazione perché dimostri comprensione, disponibilità e capacità di renderti utile sulle specifiche esigenze dichiarate dai presenti.

A questo punto, puoi iniziare a parlare al tuo pubblico. Do per scontata la tua preparazione professionale, altrimenti non c’è comprensione e disponibilità che tenga!

Questi pochi strategici consigli pratici funzionano in aula e in ogni situazione in cui ti trovi a parlare ad un pubblico, difficile e che non conosci: una riunione di lavoro, una presentazione di un prodotto/servizio, un Consiglio di Amministrazione.

 

 

Fabiola Sacramati

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *